Archivi categoria: quattro nobili verità

La sorgente della sofferenza

Il significato E’ l’origine del dukka. Si associa al concetto di desiderio ardente (sete) che produce la rinascita e il ridivenire e che e’ legata all’avidita’ passionale e che trova nuovi piaceri quali: il piacere dei sensi; l’esistenza e il … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

Il percorso

Il significato E’ il sentiero che conduce alla cessazione della sofferenza, di dukka. E’ noto con il nome di Sentiero di Mezzo, oppure Ottuplice Sentiero, in quanto evita i due estremi: la ricerca della felicita’ attraverso la soddisfazione dei piaceri … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

La sofferenza può cessare

Il significato La cessazione del dukka. Esiste una emancipazione, una liberazione dalla sofferenza, l’estinzione del desiderio: tutto cio’ e’ il Nirvana.  Aspetto filosofico Cosa e’ il Nirvana? La sola risposta ragionevole e’ che non le si puo’ mai rispondere in … Continua a leggere

Pubblicato in cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Riconoscere la sofferenza

  Il significato   E’ l’origine del dukka.   Si associa al concetto di desiderio ardente (sete) che produce la rinascita e il ridivenire e che e’ legata all’avidita’ passionale e che trova nuovi piaceri quali:   il piacere dei … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

La sofferenza

  Il significato   Si associa ai concetti di sofferenza, di tormento, di dolore, di miseria…   ma anche, piu’ profondamente,   di imperfezione, di impermanenza, di vacuita’, di insostanzialita’.       Gli aspetti   Si distinguono tre aspetti: … Continua a leggere

Pubblicato in esiste la sofferenza | Lascia un commento

Il sermone di Benares e la legge della causalità

Nel Sermone di Benares, con cui il Buddha inizia la sua predicazione, viene chiaramente negata l’essenza a tutte le cose, motivando ciò col fatto che ogni cosa trae la propria realtà da altre cose che ne sono la causa. Solo … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

L’insegnamento della sofferenza

“Ignoranza” è non vedere le cose come realmente sono nelle loro 3 caratteristiche fondamentali, cioè come impermanenti, insoddisfacenti e prive di un proprio sé. Ora, da una simile cecità non proviene che dolore: infatti, o le cose e le persone … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

L’insostanzialità

Se ogni fenomeno è transitorio, vuol dire che è privo di una qualsiasi essenza, sostanza o identità inerente. Quindi, i dharma non esistono come realtà ultime, assolute, come vere sostanze. Non vi è nessuna vera sostanza oltre i dati sensoriali: … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

La causalità

  Per rendere ragione della continuità del mondo in mancanza di un substrato permanente, ci si deve basare sulla legge della causazione. I dharma sono elementi separati ma connessi tra loro: questa interconnessione però non deriva da una sostanza che … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

Cosa ci insegna l’impermanenza

L’impermanenza porta il praticante a creare un atteggiamento mentale diverso dal consueto. Innanzitutto, quando consideriamo l’impermanenza, apprezziamo di più le cose e le situazioni: una stella cadente è molto bella perchè il tempo in cui la possiamo vedere è brevissimo; … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

Il Divenire e la Transitorietà

Nel samsara, l’esistenza materiale e mentale (cioè, ogni oggetto esistente: cose, persone, esseri, fenomeni, situazioni) è l’interazione di una pluralità di forze o eventi o elementi, i quali sono tutti ulteriormente analizzabili, detti “dharma”. Essi sono impermanenti, attivi, condizionati, ossia … Continua a leggere

Pubblicato in riconoscere la sofferenza | Lascia un commento

Chiudere con la fretta

Una mente consapevole non ha fretta; la vita non e’ il passato, non e’ il futuro, ma e’ l’attimo attuale. E’ adesso che sono consapevole di esistere, e’ questo l’attimo che sto vivendo. Perche’ ti affanni a fare una cosa … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Considerazioni sui consigli

Per sostenere e nutrire la pratica, ma comunque l’esistenza dell’individuo vorrei dare questi tre consigli.   Il primo consiglio e’ avere cura della propria salute. Tutti d’accordo… Non basta essere d’accordo, bisogna agire per prendersi cura della propria salute; il … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Spirito di servizio

Senza particolari idealismi, che potrebbero allontanarci dal vero obiettivo: se guardiamo intorno a noi troviamo certamente qualcuno verso quale offrire il nostro servizio, gratuito, senza aspettarci ricompense morali o materiali. Fare qualcosa gratuita per il piacere di fare qualcosa per … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Chiudere con le abitudini inutili

Analizza la tua giornata, la tua vita passata e attuale e cerca di individuare tutte le tue abitudini:  a quante sei disposto a rinunciare? a quante puoi rinunciare senza che la tua quotidianita’ venga compromessa? se tu le abbandonassi come … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Salvaguardare la propria salute

Una mente sana risiede dentro un corpo sano e viceversa. E’ un vecchio detto che è molto valido. Se siamo distratti dalla vita quotidiana e non prestiamo attenzione al nostro corpo, questo deteriora e verrà a porre delle turbative. L’attività … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Armonia

Solo quando sono presenti il Retto Sforzo, la Retta Consapevolezza e la Retta Concentrazione, non si ha più paura. Non c’è più paura perché non c’è più niente di cui aver paura. Si ha il coraggio di guardare in faccia … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Le cose così come sono

Con il Retto Sforzo si ha la calma accettazione di una situazione, piuttosto che il panico derivante dall’idea che è “oltre le mie forze sistemare tutto e tutti, riparare e risolvere i problemi di ognuno”. Facciamo ciò che possiamo al … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Razionalità ed emotività

Se date molta importanza al pensiero razionale e siete attaccati alle idee e alle percezioni, tenderete a disprezzare le emozioni. Potete voi stessi notare questa tendenza se, quando provate un’emozione, vi dite: “Adesso non la lascio entrare; non mi piace … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento

Aspetti della meditazione

Questa riflessività della mente o equilibrio emotivo si sviluppa in seguito alla pratica della concentrazione e della meditazione di consapevolezza. Fatene l’esperienza durante un ritiro: passate un’ora facendo meditazione samatha, concentrando la mente su un unico oggetto, ad esempio la … Continua a leggere

Pubblicato in sentiero per la cessazione della sofferenza | Lascia un commento