Archivi categoria: in parole povere

La rogna

Il Buddha disse: “Monaci, avete visto lo sciacallo correre qui intorno la sera? Lo avete visto? In piedi soffriva. Correndo soffriva. Seduto soffriva. Disteso soffriva. Dentro l’incavo dell’albero soffriva. Sofrfriva. Nella grotta si sentiva a disagio. Soffriva perchè pensava: “Stare qui non … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

Una rana all’amo

Animali presi in trappola, insidie di sofferenza. Legati, legati stretti. Tutto quel che possono fare è attendere il cacciatore che arrivi ed essere catturato. Come un uccello catturato al laccio; quel laccio che si stringe intorno al suo collo e non importa … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

Morire di sete

Come una persona con una fortissima sete dopo aver fatto un lungo viaggio… chiede acqua e chi ha l’acqua gli dice: “Puoi bere questa acqua se vuoi. Il suo colore… il suo odore… il suo sapore sono buoni, ma è avvelenata, voglio … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

L’ago della siringa

Questa è sofferenza. La sofferenza ordinaria è una cosa; la sofferenza sopra e oltre l’ordinario è qualcosa di altro. I dolori del corpo… dolori stando seduti… dolori stando in piedi… dolori stando sdraiaiti… questi tipi di dolore sono ordinari, sono i dolori … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

Acqua colorata

Il nostro cuore, normalmente, è come l’acqua piovana. E’ acqua pulita, chiara, pura e normale. Se mettessimo il colore verde nell’acqua, o il colore giallo, il colore dell’acqua diverrebbe verde o giallo. La stessa cosa con la mente: quando entra … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

La tua vera casa

La tua casa che abiti non è la tua vera casa. Supponi che sia la tua casa, la tua casa nel mondo. La tua vera casa è la pace. Il Buddha ci ha costruito la nostra propria casa attraverso il “lasciare andare” affinchè possiamo raggiungere la pace. … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

Il portafoglio perso

E’ come se perdete il vostro portafoglio. E’ scivolato fuori dalla vostra tasca sul marciapiede lontano da qui, ma non riuscite a capire come possa essere accaduto e siete a disagio – a disagio perchè non capite ancora che cosa … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento

La coda del serpente

A noi, essere umani, non ci piace soffrire. Non vogliamo altro che il piacevole. Ma comunque, il piacevole non è niente altro che una sottile sofferenza. Il dolore è palesemente sofferenza. Per dirlo in parole povere, la sofferenza e il … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | 1 commento

In parole povere…

Il Dhamma è proprio così, parlato in parabole, perchè il Dhamma non ha nulla. Non è rotondo, non ha angoli. Non c’è modo di conoscerlo tranne che attraverso paragoni. Se comprendi questi paragoni, comprenderai il Dhamma. Non pensare che il … Continua a leggere

Pubblicato in in parole povere | Lascia un commento