Chi fu il Buddha…

 

Il Buddha, che si chiamava Siddhatta (Siddharta in sanscrito), apparteneva alla famiglia Gotama (Gautama in sanscrito); visse nell’India del Nord nel VI secolo a.C.
Suo padre, Suddhodana, era il signore del regno dei Sakya, corrispondente all’attuale Nepal. Sua madre era la regina Maya.
Secondo gli usi del tempo, si sposò abbastanza giovane, all’età di sedici anni, con una giovane principessa, bella e affezionata, di nome Yasodhara.
Il giovane principe visse nel suo palazzo reale, avendo a disposizione ogni tipo di piacere.
Ma, all’improvviso, messo di fronte alla realtà della vita e alla sofferenza dell’umanità, decise di trovare una soluzione: la Via per abbandonare questa Sofferenza Universale.
All’età di ventinove anni, subito dopo la nascita del suo unico figlio, Rahula, lasciò il suo regno e divenne un asceta alla ricerca di una soluzione alla sofferenza.

Per sei anni l’asceta Gotama vagò per la valle del Gange, incontrando famosi maestri, studiando i loro sistemi e i loro metodi e sottomettendosi personalmente a pratiche ascetichemreligiose.
Tutto questo no lo soddisfece.
Allora abbandonò tutte le religioni tradizionali e i loro metodi e andò per la sua strada.
Fu così che una sera, seduto sotto un albero -da allora conosciuto come l’albero della Bodhi o albero Bo, l’Albero della Sapienza- sulla riva del fiume Neranjara a Buddha-Gaya -vicino a Gaya nell’odierna regione del Bihar- all’età di trentacinque anni, Gotama ottenne l’Illuminazione, dopo la quale fu noto come il Buddha l’Illuminato.

Dopo la sua illuminazione, Gotama, il Buddha, pronunciò il suo Primo Discorso a un gruppo di cinque asceti, suoi antichi compagni, nel Parco dei Cervi a Isipatana, la moderna Sarnath, vicino Benares.
Da quel giorno, per quarantacinque anni, egli insegnò a tutti, uomini e donne di ogni classe sociale, re e contadini, brahmani e fuori casta, banchieri e mendicanti, santi e ladri, senza fare la benchè minima distinzione tra di essi.
Egli non accettava le differenze tra le caste e i gruppi sociali e la Via che predicò era aperta a tutti gli uomini e le donne pronti a comprenderla e seguirla.

All’età di ottanta anni, il Buddha morì a Kusinara, nella moderna regione dell’Uttar Pradesh in India.

 

dal libro: “L’insegnamento del Buddha” – Walpola Rahula

Ogni bene, Sudhammo

   

Questa voce è stata pubblicata in buddha. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Chi fu il Buddha…

  1. Sudhammo Sudhammo scrive:

    vi consiglio -vivamente- di leggere il libro scritto dal monaco
    thich nhat hanh
    “vita di siddhartha, il buddha”
    edizioni ubaldini

    è una narrazione ben ricostruita e ben curata, in base ai testi canonici pali e cinesi
    ogni bene, sudhammo