Il portafoglio perso

E’ come se perdete il vostro portafoglio.
E’ scivolato fuori dalla vostra tasca sul marciapiede lontano da qui, ma non riuscite a capire come possa essere accaduto e siete a disagio – a disagio perchè non capite ancora che cosa è questo disagio.
E’ un malessere arrivato dopo. 
Quando eventualmente capite che avete realmente perso il vostro denaro: quello è il disagio che sentite, quando è reale di fronte a voi.

Accade la stessa cosa con le vostre buone e cattive azioni.
Il Buddha ci insegnò ciò per riconoscere da noi stessi queste cose.
Se non riusciamo a riconoscere ciò, non avremo il senso del giusto o dello scorretto, del buono e del male.

Venerabile Ajahn Chah

<< indietro

<< blog associato

Questa voce è stata pubblicata in in parole povere. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.