Iconografia del Buddha… appunti presi al volo…

 

Ecco ancora delle interpretazioni delle immagini del Buddha… come trascritti da miei appunti di viaggio in Myanmar… presi al volo da contatti con le persone locali.

Questi appunti offrono una breve spiegazione della differenziazione delle principali posizioni in cui viene raffugurato.

  • In piedi… associato all’insegnamento.
  • In cammino… alla predicazione.
  • Seduto… alla meditazione.
  • Reclinato… al riposo, ma con la testa rivolta a nord si associa al momento in cui lo stato del Nirvana.

Puo assumere anche significati particolari in base alle diverse posizioni del corpo, al modo in cui e’ drappeggiata la veste, e nella gestualita’ delle mani.

  • Seduto con la mano destra appoggiata sul ginocchio e le dita che toccano terra e mano sinistra in grembo col palmo rivolto verso il cielo, la piu comune e simboleggia il Buddha che chiama la madre terra, a testimonianza della raggiunta illuminazione.
  • Seduto con entrambe le mani in grembo, con il palmo destro su quello sinistro, classica posizione meditativa.
  • Seduto o in piedi con pollice e indice di una o entrambe le mani che formano un piccolo cerchio, fu la prima esposizione pubblica della dottrina Buddhista.
  • In piedi o in cammino con le braccia tese lungo i fianchi e l’avambraccio destro piegato in avanti, con la mano sollevata, il palmo in fuori e le dita che puntano verso l’alto, simboleggia l’offerta di protezione ai suoi seguaci.
  • In piedi con le braccia piegate e i palmi delle mani rivolti verso l’alto, simboleggia la sua offerta dell’insegnamento a tutto il mondo.

Metta, Bianca.

Questa voce è stata pubblicata in buddha. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.