La semplicità

 

Ho rinunciato alla corrente elettrica.

Io stesso accendo il focolare e la stufa, e a sera accendo le vecchie lampade.

Non vi e’ acqua corrente, e pompo l’acqua da un pozzo; spacco la legna, e cucino il cibo.

Questi atti semplici rendono l’uomo semplice: e quanto e’ difficile essere semplici!

A Bollingen il silenzio mi circorda quasi sensibilmente, e vivo “in modest harmony with nature”.

Si presentano pensieri che risalgono indietro nei secoli, e al tempo stesso anticipano un lontano futuro; si placa il tormento della creazione: la creativita’ e il gioco stanno l’uno accanto all’altro.

Carl Gustav Jung

 

Ogni bene, Sudhammo

Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.