Luna nuova – 18.giugno.2012

LUNA NUOVA — lunedì 18 giugno — da Ajahn Munindo

Chi è erudito nel Dhamma
ma non vive
in accordo con esso,
è come un mandriano
che brami le bestie altrui.
Non gusta i benefici
del percorrere la Via.

 Dhammapada strofa 19

Anche se possedessimo l’ultimo modello di computer, ad alta velocità e ad alta definizione, se non imparassimo come usarlo, sarebbe di ben poco valore per noi.
Il messaggio di questo insegnamento è che, anche se quel che pensiamo e crediamo è importante, conta di più come viviamo gli insegnamenti nelle azioni fisiche, verbali, mentali, cioè come pratichiamo.
Se siamo stati istruiti nella capacità di usare la mente per pensare, siamo fortunati.
Il nostro compito ora consiste nello sviluppare questa abilità di pensare ‘riguardo’ a qualcosa fino a che ci conduca a ‘conoscere’ la cosa.
Il Buddha non voleva che ci accontentassimo di recitare le scritture e sgranare rosari di preghiere, voleva che riuscissimo a lasciar andare il pensare errato e “conoscere” realmente la pace dimorante.
Sicuramente, dovrebbe essere questa la nostra meta.

Con Metta
Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in fasi lunari. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.