Luna nuova – 15.ottobre.2012

LUNA NUOVA — lunedì 15 ottobre — da Ajahn Munindo

Non accontentarti
di attenerti alle regole
e ai regolamenti
né di ottenere una vasta erudizione.
Non sentirti soddisfatto
perché raggiungi l’assorbimento meditativo
né perché dimori
in beata solitudine.
Dovresti essere contento
solo quando arrivi
al completo sradicamento
di ogni forma di ignoranza e inganno.

Dhammapada strofa 271-272

Leggere o ascoltare un insegnamento tanto profondo può far nascere una forte urgenza di praticare oppure l’impulso a rinunciare perché sentiamo di non farcela.
Il modo in cui prendiamo gli ideali determina se ne verremo rafforzati o indeboliti.
Gli ideali non sono di per sé responsabili.
Quel che conta è che i nostri ideali siano in accordo con la Verità, ma è anche importante non scambiare un’immagine dell’obiettivo con l’obiettivo stesso.
Il Buddha voleva che puntassimo alto; il più alto possibile e anche di più, ma non voleva che ci aggrappassimo all’ideale ignorando la nostra umiltà.
L’immagine dell’obiettivo dà la direzione come una bussola, e ovviamente non passiamo tutto il tempo a guardare la bussola. Fintantoché andiamo nella giusta direzione, pratichiamo con ‘quello’, che è direttamente di fronte a noi.

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in miscellanea. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.