La Sensazione e la Consapevolezza

 

LA SENSAZIONE

Una sensazione  è un ritorno cosciente ad una sollecitazione: non è oggettiva ma personale. Rispetto ad un evento esterno ogni persona elabora diversi tipi di sensazioni.

Sostanzialmente, la sensazione può essere di tre tipi: 

  • piacevole: “questa cosa mi piace; questo è un concetto buono”
  • spiacevole: “questa cosa non mi piace; questo è un concetto spregevole”
  • neutra: “la cosa non mi interessa; questo concetto ha un senso relativo”

Avere delle sensazioni rispetto agli eventi ci mette in contatto con la sofferenza, con il dolore, in quanto la sensazione stessa ne è il prodotto.

Questo è evidente per le sensazioni negative… un po’ meno, potrebbe sembrare, per le sensazioni positive;  se è vero che le sensazioni negative ci procurano fastidio, sofferenza, angoscia, le sensazioni positive ci fanno conoscere l’attaccamento al risultato ottenuto, la difesa dello stesso fino all’estremo, l’orgoglio del successo. Questa e’ la sofferenza.

Un evento, di per se, non porta le qualità buone o malvagie; sono le nostre esperienze, le nostre concezioni mentali che filtrano l’evento e lo giudicano, dandogli una valenza positiva o negativa.

 

LA CONSAPEVOLEZZA

In questo discorso la  consapevolezza funziona come uno specchio: c’è la sensazione procurata dall’evento e c’è la consapevolezza dell’accadere dell’evento. La consapevolezza ci fa vedere e ci riflette la natura delle cose così come sono, senza sovrapporre giudizi.

La consapevolezza ci aiuta a guardare le sensazioni senza porre giudizi: questo fatto è fondamentale, in quanto guardare e toccare le sensazioni con la consapevolezza è come guardare e toccare la sofferenza.

Guardare le sensazioni con l’occhio della consapevolezza è entrare in contatto con la radice stessa delle sensazioni: cogliere l’attimo in cui una sensazione di rabbia sorge dentro di noi è consapevolezza del sorgere della rabbia.

Il nemico maggiore delle sensazioni non guardate consapevolmente sono le idee proliferanti, cioè quelle elucubrazioni mentali collegate ad eventi positivi o negativi che si inseriscono nella nostra mente a costruire manie di grandezza oppure a sminuire le proprie possibilità e la personalità.

 

 ( Questo è quanto ho ascoltato dal Maestro Corrado Pensa ) 

Ogni bene, Sudhammo

<< indietro 

 

Questa voce è stata pubblicata in consapevolezza. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.