A chi lavora molto ed ha poco tempo libero

blog associato: buddhismo del quotidiano

Definisco certi miei amici “schiavi del denaro”.

Si sfiniscono senza mai concedersi un istante di riposo, per correre di qua e di là, sono sempre in procinto di partire per il Giappone, gli Stati Uniti, la Corea, e non osano prendersi delle vacanze.

Certo se le loro attività sono dedicate al bene degli altri o allo sviluppo del loro paese non si può fare altro che rallegrarsene.

Chi ha una finalità nobile e Lavora giorno e notte per realizzarla merita le nostre lodi. Ma anche in questo caso è meglio prendersi un po’ di tempo e un po’ di riposo per curare la propria salute.

È meglio compiere un’attività utile a lungo termine, anche se a un ritmo moderato, piuttosto che fare sforzi smisurati ma effimeri.

Se questa attività frenetica è finalizzata soltanto a soddisfare delle ambizioni personali, e se alla fin fine ci si esaurisce e ci si rovina la salute, in fondo ci si distrugge invano.

 

tratto dal libro: I consigli del cuore

Ogni bene, Osvaldo Sudhammo

<indietro>

Questa voce è stata pubblicata in buddhismo. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.