La sofferenza

 

Il significato

 

Si associa ai concetti di sofferenza, di tormento, di dolore, di miseria…

 

ma anche, piu’ profondamente,

 

di imperfezione, di impermanenza, di vacuita’, di insostanzialita’.

 

 

 

Gli aspetti

 

Si distinguono tre aspetti:

 

  • sofferenza… di qualsiasi tipo, offerti dalla vita;
  • prodotto del cambiamento…             legato alle condizioni della vita che cambiano;
  • stati condizionati… aspetto filosofico, descritto dai cinque aggregati.

 

 

 

I cinque aggregati

 

  • la materia;

 

e’ contraddistinta dai quattro grandi elementi:

 

  • la terra             la solidita’;
  • l’acqua              la fluidita’;
  • il fuoco             il calore;
  • l’aria                il movimento;

 

e dai nostri sei organi di senso materiali e dai corrispondenti oggetti del mondo esterno:

 

  • l’occhio             le forme;
  • l’orecchio          i suoni;
  • il naso              gli odori;
  • la lingua            i sapori;
  • il corpo             gli oggetti tangibili;
  • la mente           i pensieri, le idee;

le sensazioni

 

sono racchiuse le sperimentazioni che facciamo attraverso l’uso dei sei organi, e sono:

 

  • sensazione visiva;
  • sensazione uditiva;
  • sensazione olfattiva;
  • sensazione gustativa;
  • sensazione cognitiva;
  • sensazione esistenziale;

le percezioni

 

sono racchiuse le percezioni che riceviamo attraverso l’uso dei sei organi, e sono:

 

  • percezione visiva;
  • percezione uditiva;
  • percezione olfattiva;
  • percezione gustativa;
  • percezione cognitiva;
  • percezione essere pensante;

le formazioni mentali

 

sono contenute tutte le attivita’ volontarie, sia nel bene che nel male; meglio noto con il nome di “karma”;

 

sono i fattori mentali delle azioni volontarie che producono effetti karmici; sono 52, tra i quali: l’intenzione, la determinazione, la confidenza, la concentrazione, la comprensione, l’energia, il desiderio, la ripugnanza, l’odio, l’ignoranza, la vanita’, l’idea del se, etc…

 

  • la coscienza

 

e’ connessa con le altre facolta’.

 

E’ la reazione o la risposta che ha… la propria base… in uno dei sei sensi organici e … il proprio oggetto… in uno dei corrispondenti fenomeni esterni.

 

Non c’e’ uno spirito permanente, immutabile da dover essere considerato come “Se” o “Anima” o “Ego”, opposto alla materia; e la coscienza non dove essere considerata come uno “spirito” in opposizione alla materia. E’ errato dire che la coscienza sia una sorta di Se’ o di Anima, che perdura come sostanza permanente per tutta la vita, resiste dai tempi piu’ antichi fino ad oggi.

 

 

 

Il mondo, la vita e’ un flusso continuo ed e’ impermanente.

Ogni bene, Osvaldo Sudhammo

Questa voce è stata pubblicata in esiste la sofferenza. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.