La Presa di Rifugio

Al mattino, quando il cielo ancora è buio, i monaci si recano nella sala principale del monastero a rendere omaggio ai TRE GIOIELLI cioè  al:
 
  • Buddha,
  • Dharma,
  • Sangha.

Questo omaggio ha inizio con un triplice inchino, che rappresenta la presa di rifugio nei Tre Gioielli.

In che modo questa presa di rifugio ha a che fare con quella saggezza e quella consapevolezza che liberano l’uomo dal dolore esistenziale?

La presa di rifugio è un fattore essenziale nel cammino di  crescita proposto dal buddhismo e deve perciò essere compresa in profondità: soltanto se viene fatta con una motivazione chiara e autentica può divenire uno strumento efficace al raggiungimento della liberazione dalla sofferenza.

Essa implica una conversione, non intesa come mera adesione ad un particolare credo o istituzione religiosa, ma come urgenza di scoprire, di conoscere, lasciandosi dietro la zavorra dell’egoismo.

 

( questo ho ascoltato dal Maestro Corrado Pensa )

Ogni bene, Sudhammo

Questa voce è stata pubblicata in presa di rifugio. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.