Luna nuova – 10.dicembre.2015

Positivamente incerto 

Mirando all’obiettivo della liberazione
il saggio abbandona l’oscurità
e ha cara la luce
si lascia alle spalle
la sicurezza meschina
e cerca la libertà dall’attaccamento.
Il desiderio di libertà
è cosa ardua e rara
ma il saggio continuerà a cercare
distaccandosi da tutto ciò che si frappone
purificando il cuore e la mente.

Dhammapada strofe 87-88

In questo mondo in continuo cambiamento è comprensibile che ricerchiamo la sicurezza. Ma se la cerchiamo nei posti sbagliati, resteremo delusi.

Finché ci aggrappiamo alle fantasie strutturandole come dei fatti, creiamo le cause della sofferenza. Un fatto, per esempio l’incertezza di tutte le cose, è qualcosa che non possiamo permetterci di ignorare. I bambini hanno bisogno di un certo livello di protezione finché non sono cresciuti, ma noi adulti abbiamo bisogno di lasciar andare la falsa sicurezza.

Crescere spiritualmente significa riconoscere quando ci stiamo ancora attaccando a storie ormai logore su noi stessi e sulla realtà più ampia. Significa che quando siamo presi in contropiede dalla nostra ingenuità non ci precipitiamo a nasconderla, facendo finta di essere più consapevoli di quanto siamo, piuttosto ringraziamo per il prezioso insegnamento.

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in fasi lunari, riflessioni. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.