Luna piena – 23 gennaio 2016

Equanimità

Non c’è mai stato
né mai ci sarà
né c’è ora qualcuno
che venga solo biasimato
o in tutto e per tutto lodato.

Dhammapada strofa 228


 
Ricevere una critica ingiustificata può essere difficile.

Magari emergono sensazioni di indignazione e forse pensiamo: “Non me lo merito.” Ma cosa accade quando riceviamo un elogio ingiustificato: siamo ugualmente pronti a chiederci se veramente ce lo meritiamo?

La realtà è che veniamo continuamente elogiati e biasimati, talvolta meritatamente talvolta no. Pensare: “Questo a me non dovrebbe succedere” è come pensare: “Non dovrei sentir soffiare il vento.”

La risposta saggia quando riceviamo un elogio o una critica è di frenare il narratore dentro la nostra testa, tornare al corpo, esercitare la più alta qualità di consapevolezza e semplicemente sentire quello che sentiamo così com’è, senza aggiungere e senza togliere niente.

Cercare di impostare la vita in modo che le nostre preferenze vengano sempre soddisfatte è nasconderci dalla realtà.

La via del Buddha è ricevere la realtà.

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in fasi lunari, riflessioni. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.