Luna nuova – 7.febbraio.2016

L’immutabile

Un risvegliato non nuoce mai.
Saggiamente si domina
e va verso l’immutabile
dove non c’è più dolore
.

Dhammapada strofa 225


 
Molto potrebbe e dovrebbe essere fatto per affrontare il pregiudizio e la tirannia nel mondo.

La nostra pratica del Dhamma è carente quando scegliamo di ignorare le occasioni in cui potremmo essere di aiuto. Ma la nostra pratica del Dhamma è carente anche se scegliamo di concentrarci solo sui tiranni fuori di noi.

Certamente il Buddha voleva che addestrassimo corpo, parola e mente per non procurare sofferenza agli altri. Ma oltre a questo voleva che realizzassimo la realtà immutabile in cui la sofferenza semplicemente non esiste.

Gli esseri risvegliati, che conoscono questa realtà, che è libera da qualsiasi attaccamento, sono incapaci di causare intenzionalmente male a qualsiasi essere, a se stessi o ad altri.

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in fasi lunari, riflessioni. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.