Luna piena – 20 giugno 2016

Essere illimitati

Nella foresta, in città
o in aperta campagna
regna la gioia nella dimora
di chi è pienamente libero.

  Dhammapada strofa 98

 
Tradizionalmente, le immagini del Buddha sono nelle quattro posture, seduto, in piedi, mentre cammina e disteso. Possiamo considerare queste immagini come promemoria del fatto che la nostra pratica spirituale non è relativa a dove siamo o cosa stiamo facendo: ogni luogo e ogni cosa sono parte della pratica.

Gli esseri risvegliati sperimentano qualsiasi luogo e qualsiasi cosa come libertà dalla limitazione, perché la loro coscienza è liberata da ogni attaccamento.

D’altro canto, l’esperienza degli esseri non risvegliati è fortemente caratterizzata da sensazioni di limitazione. Non è a causa di dove siamo o di cosa stiamo facendo che ci sentiamo limitati ma a causa di quanto imponiamo all’esperienza.

Comprenderlo porta al lasciar andare.

Da qui l’incoraggiamento del Buddha alla coltivazione della presenza mentale in tutto e per tutto.

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in fasi lunari, riflessioni. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.