Luna piena – 13.ottobre

Stare in silenzio

Chi parla molto
non vuol dire che sia ispirato dalla saggezza.
Il saggio si riconosce
perché è in pace con la vita
libero da ostilità e paura.

  Dhammapada strofa 258

A volte ci sentiamo obbligati ad avere un’opinione assolutamente su tutto.
Cosa accade se, ciononostante, invece di esprimere come di consueto la nostra opinione su qualche argomento, rimaniamo risolutamente silenziosi e ascoltiamo: ascoltiamo intenzionalmente all’esterno quello che dicono gli altri e ascoltiamo all’interno la nostra mente.
Può essere difficile sentirsi in pace con il mondo, specialmente con così tanta disgregazione intorno a noi.
Possiamo tuttavia dare un utile contributo addestrando la nostra attenzione ad ascoltare con delicatezza.
Nel percorso, possiamo per esempio imparare quanto la nostra mente si riempia di rumore a causa del costante essere d’accordo o in disaccordo con tutto quello che udiamo.
Non avere un’opinione su qualcosa non equivale necessariamente a una debolezza.
Con una saggia moderazione, forse una sorta di pace potrebbe emergere dal caos.

Con auguri di ogni bene,

Bhikkhu Munindo

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in miscellanea. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.